Protetto: Lo Scenario Senza Confini, San Quirico d’Orcia, Siena – Toscana

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Descrizione luogo

San Quirico d'Orcia

Comune San Quirico d’Orcia, Provincia Siena, Regione Toscana. Il borgo di San Quirico d'Orcia è stato costruito in cima ad una piccola collina, sopra i resti dell' antico villaggio di Osanna a metà strada tra altri due famosi borghi della Val d' Orcia: Montalcino e Pienza. Per la sua posizione sopraelevata, offre viste mozzafiato sui paesaggi tipici di questa valle, oggi conosciuta in tutto il mondo. San Quirico era un importante tappa nel medioevo lunga la Via Francigena dove i pellegrini in viaggio verso la Città Eterna potevano trovare punti di accoglienza ed assistenza. Il borgo mostra ancora oggi la sua struttura medioevale originale e si trova all' interno di una caratteristica cinta muraria, dove sono ancora sorprendentemente visibili quattordici torri, alcune incorporate con altri edifici. Dalla porta di nordovest di accesso al borgo si può immediatamente ammirare la facciata della Collegiata di San Quirico e Giuditta, una splendida chiesa romanica con elementi gotici e barocchi, caratterizzata da tre entrate con sculture di leoni, tutte differenti tra loro. Dietro ed a fianco della Collegiata, si trova Palazzo Chigi, un bel palazzo che oggi ospita il comune della città. Piazza della Libertà è il cuore pulsante di questo affascinante borgo, da qui l’accesso alla chiesa di San Francesco, detta anche Chiesa della Madonna, in quanto ospita la statua in terracotta della Madonna, opera di Andrea della Robbia. Gli affascinanti negozi ed i tipici ristoranti che si incontrano lungo le stradine del borgo, invitano ad assaggiare le specialità locali conosciute in tutto il mondo, i formaggi pecorini di Pienza e i vini sia di Montalcino che di Montepulciano. La Chiesa di Santa Maria Assunta è un altro splendido esempio di stile romanico che questo borgo così generoso regala al visitatore. I curatissimi Horti Leonini sono uno splendido esempio di giardini all' italiana, disegnati intorno al 1540 da Diomede Leoni, da cui il nome. Qui si trovano inoltre i resti della Torre del Cassero, un' antica torre medievale di oltre 39 metri, che purtroppo andò distrutta nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Dalle mura fortificate che circondano gli Horti, è possibile godere di una strepitosa vista sulla Val d’ Orcia, a partire dal Monte Amiata fino alle città collinari di Pienza e Montepulciano. Ad est di San Quirico d' Orcia, sulla strada panoramica che conduce a Pienza, si incontra la Cappella di Vitaleta, una piccola cappella sulla cima di una graziosa collina, circondata da un paesaggio quasi surreale. Tutto il paesaggio intorno a San Quirico è veramente suggestivo, ovunque si guardi ci si imbatte in campi di grano dorati, dolci colline che si susseguono l' una dopo l' altra, file di cipressi lungo le strade, vecchi casolari e case di campagna sparsi qua e là, superbi e discreti allo stesso tempo. Come arrivare: In auto da nord percorrere l'autostrada del Sole A1 Firenze - Roma: uscire a Firenze Certosa, imboccare la superstrada Siena - Firenze, giunti a Siena, uscire a Siena Sud e proseguire sulla SS 2 Cassia seguendo le indicazioni per Roma fino a raggiungere San Quirico d'Orcia. Oppure uscire a Valdichiana/Bettolle, continuare seguendo indicazioni per Torrita di Siena, Pienza, superata Pienza proseguire in direzione di S. Quirico d'Orcia. Da Sud Percorrere l'autostrada del Sole A1 Roma - Firenze, uscire a Chiusi - Chianciano Terme, prendere la SS 146 per Chianciano Terme, svoltare in direzione San Quirico d'Orcia, SP della Foce. In treno la stazione ferroviaria più vicina Buonconvento, sulla linea Siena - Grosseto.  L'alternativa è arrivare alla stazione di Siena e proseguire in autobus con la linea Tiemme sulla linea Siena - Montepulciano/Montalcino. Altra stazione vicina è quella di Chiusi - Chianciano Terme sulla linea Roma - Firenze, proseguire con autobus fino a Montepulciano e poi sulla linea Montepulciano - Siena.